Tuma del Fen

A seconda delle aree di produzione e delle caratteristiche che si vogliono ottenere, la Paglierina si può produrre utilizzando fermenti lattici più dolci (Prataiola Grande) o più aromatici, la Tuma del Fen appunto. Così come la Paglierina veniva stagionata su graticci in paglia, così la Tuma del Fen maturava su stuoie di fieno da cui attinse il nome unitamente ad aromi e fragranze più intensi. La Tuma del Fen presenta da “giovane” una buccia sottile ed una consistenza compatta, quasi friabile. Il gusto è simile a quello di un frutto autunnale acerbo. La stagionatura trasforma il prodotto in modo radicale. La buccia diventa rugosa ed assume tonalità tendenti al nocciola. La pasta diventa burrosa, assume un colore più intenso e lucido ed inizia a “cremificare”, colando quando tagliata. Il gusto, prima dolce, diventa via via più piccante ed aromatico col passare dei giorni. Anch’essa è al massimo delle sue caratteristiche quando “scappa”.

Tuma del Fen<sup></sup>
  • ingredienti:Latte, sale, caglio.
  • formato:200 gr. CA.
  • durata:30 gg. Se mantenuto a 4° C
  • vini da abbinare:Bianchi passiti, Erbaluce passito, Sauternes, Passito di Pantelleria, Malvasia di Lipari.
  • pane consigliato:Baguette, Pane di segale e farro, magari aromatizzato alle pere o uvetta.

ciao

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner o cliccando su "Approvo" acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul link a fianco. Per saperne di più